movimenti pirata tutti intorno a te

[questo articolo e’ postato a titolo personale.  non votato quindi dal team  redazione /assemblea permanente  del PP-IT.]

e’ nato un nuovo gruppo di pirati, lo trovate qua

dalla frontpage:

Principi e valori Pirata

Il Movimento Pirata fa riferimento al movimento internazionale pirata e si riconosce in un insieme di principi e valori ben definiti.

Aderire al Movimento Pirata significa essere in armonia con i principi e valori di riferimento che sono:

  • la dignità degli esseri umani
    • per i pirati tutti gli esseri umani hanno pari dignità e pari diritti così come espresso nella Dichiarazione Internazionale dei Diritti Umani
  • i diritti civili dei cittadini
    • i pirati promuovono il rispetto per i diritti civili dei cittadini così come espressi nella Costituzione Italiana
  • la trasparenza della cosa pubblica
    • i pirati promuovono la trasparenza di tutto ciò che è pubblico, trasparenza bancaria, trasparenza politica, trasparenza economica, finanziaria, ecc..
  • la partecipazione dei cittadini
    • i pirati promuovono la partecipazione dei cittadini alla vita politica del proprio paese per generare una democrazia più partecipata e diretta
  • la condivisione della conoscenza
    • i pirato promuovono la condivisione della conoscenza in modo che non esistano gruppi di persone o individui alle quali la limitazione della conoscenza provochi danno

      cosa succede immediatamente dopo?

succede che il mare liquido di agita, si shakera, lo tsunami della paranoia comincia ad investire le coste, travolge case, tetti, strade.
OMFG!
chiamo in aiuto lo scoiattolo…

questi pirati ci tengono a specificare che non sono il PP-IT, e siamo quindi a ringraziarli per la precisazione.

ma le precisazioni sono 2:

la richiesta di dimissioni del nostro Burocrate in carica, Athos Gualazzi, e la nascita di questo neonato gruppo di pirati, non sono riconducibili l’uno all’altro.

#sapevatelo
premesso che Athos (come tutti) e’ nel suo pieno diritto di continuare a sopportare o meno il peso di tutta la parte legale e burocratica della associazione Partito Pirata Italia, ma-anche-no,  e’  in egual modo liberissimo di accostarsi | supportare i gruppi che piu’ si avvicinano alla sua visione pirata.
+KAOS per tutti!
le 2 notizie sono SLEGATE, tocca quindi fare un refresh…
[BIG UP per lo scoiattolo…]
diciamo che sono stati anni difficili, e molto faticosi. e gli ultimi mesi, anche di piu’.

ma i Pirati sono Pirati. e SE lo sono, se davvero credono nel confronto e nella condivisione, se sono cosi’ bravi da tentare-sbagliare-tornare sui propri errori-prendere dagli altri la parte buona…. allora e’ auspicabile che si possano moltiplicare in millemila gruppi.

ie.: i disclaimer astiosi sui loro sitini in perfetto stile “lamentazioni.org in una triste giornata afosa”, di pirata hanno assai poco.

[se non sono stati capaci di confrontarsi in assemblea con la moltitudine di diversita’ che ci caratterizza, forse non sono poi cosi’ pirati. IMHO]

ma ritengo anche  che il disseminare il territorio di qualcosa di nuovo e creativo prendendo per mano la collettivita’ sia la vera essenza pirata.

piratiamo gli spazi, piratiamo la rete, piratiamo i poteri.

qui sotto una mail di Athos a riguardo, una spettacolare mail.  e’ il suo messaggio ai nuovi pirati dal logo arcobaleno.

ma che  vale per tutti noi. mi va di condividerla.  per me, uno dei migliori scritti di questo signore, inteso nel senso LETTERALE del termine.

-Athos Gualazzi

                                          (foto scattata da lilo, qualche anno fa, a Piazza Farnese, Roma)

“Tutto sommato parlare di democrazia diretta e’ diventata una moda.

Tutti, indistintamente, parlano vantandosi d’essere alfieri della
democrazia diretta, peccato che per molti questa “democrazia diretta” fa
riferimento alla Agora’ dell’antica Grecia…

e quindi sono convinti che se tutti parlano poi ne esce qualcosa di valido.

Non credo sia cosi’ perche’ in buona parte cosi’ non e’ stato sino ad
ora, chi ha urlato piu’ forte ne ha tratto vantaggio.

Il concetto che sottende a quello che intendono i pirati e’ molto piu’
sottile e non e’ vero che non ci siano i leader fra di loro, solo che
sono molti e “cangianti”.

Questa e’ la democrazia che sta realizzando il Partito Pirata in Italia.

L’uomo e’ un’animale da branco, vive in comunita’, e’
un’animale sociale, cioe’ si dota di una gerarchia come tutti gli altri
animali terrestri.

Come pensa il Partito Pirata di sconvolgere questa legge di natura?

Semplicemente eleggendo l’assemblea permanente a leader, leader
assoluto e dispotico, che tiene conto dei dettagli, i risultati sono
molto influenzati dal gradimento della proposta, e di volta in volta
nasce il leader, il relatore della proposta accettata e supportata
dalla maggioranza.

Realizzata la proposta il leader torna fra le fila per collaborare alla
prossima.

La struttura gerarchica e’ costituita dai partecipanti all’assemblea
permanente, e la democrazia, nella sua forma piu’ estrema immaginabile,
e’ data dalla possibilita’ di partecipare a pieno titolo all’assemblea
stessa.

possibilita’ che non gli puo’ essere negata.

Si tratta quindi di una forma liquida di partecipazione dove tutti possono aver voce

e raccogliere consensi o essere ignorati.

Cimentarsi in questa disciplina e’ una predisposizione che non e’ di
tutti ma sembra stia crescendo grazie alla voglia di partecipazione.

Molti apprezzeranno questa nuova democrazia, forse non vi parteciperanno
direttamente, perche’ piu’ predisposti a seguire, che a cercare nuove
strade, ma e’ sufficente che l’apprezzino

sapendo di essere liberi di
parteciparvi senza esserne obbligati.

Non e’ possibile esportare, imporre la democrazia perche’ e’ basata
sulla liberta’ di scelta individuale

e la liberta’ e’ direttamente
proporzionale al numero delle scelte disponibili.

Sono cose talmente banali che a stento si riesce
ad esternarle, sono concetti cosi’ elementari che non e’ semplice
realizzarli, ci vuole predisposizione come per l’arte, e come per l’arte
e’ necessario crederci altrimenti quello che e’ nel marmo non sara’ mai
una statua.

Come socio fondatore ho fatto quanto mi e’ stato possibile per
realizzare una “base” che dia avvio al “regime” di democrazia diretta.

Ho assistito a varie derive/proposte/posizioni che poco o nulla hanno
di democratico, ma nel complesso sembra che il meccanismo funzioni, ci
vuole pazienza e attendere che l’intelligenza collettiva si avvalga di
quegli elementi che maggiormente apprezzano e spingono perche’ il
meccanismo funzioni.

Non e’ possibile pensare che non ci voglia tempo e pazienza perche’
maturi un esperimento del tutto innovativo, anche per le nespole con
la paglia ci vuole il tempo perche’ maturino.

Il vostro tentativo, pur apprezzabile, ha il difetto di escludere
elementi che apprezzano la democrazia diretta

e non e’ esente dal dover subire vicende sgradevoli, non e’ immune da intrusioni di elementi
distruttivi, arrivisti, egoisti e fondamentalmente di destra, se per
destra intendiamo anche elementi che prediligono l’interesse
dell’individuo piuttosto che quello collettivo.

Quindi
prima o poi si ripeteranno situazioni gia’ viste e sofferte.

ne vale la pena?

o non e’ piuttosto piu’redditizio per la collettivita’
che operiate all’interno del PP per contribuire a mantenerlo in rotta?

Ci sono e ci saranno proposte esattamente agli antipodi dei nostri
ideali, alcune passeranno, altre, speriamo, non saranno nemmeno prese
in considerazione.

ma assolutamente nulla c’impedisce di fare le giuste proposte e perseverando la cosa giusta prevarra’.

si tratta di avere pazienza, si tratta di concedere all’intelligenza collettiva di
crescere, riconoscersi e affermarsi.

se non partecipate sicuramente la rallenterete, e se volete un consiglio
da un “vecchio pirata” sicuramente non favorirete l’avvio di una nuova
societa’.

Questo gruppo ha motivo d’esistere solo come coordinamento, supporto e
spinta per mantenere la rotta,

non sicuramente come gruppo di contrasto al PPita.

A mio avviso, diversamente sarebbe solo una dimostrazione che si
sostiene solo a parole la democrazia diretta

mentre in realta’ la si applicherebbe solo quando conviene o piace.

e aggiungo che ci si assimilerebbe alla sinistra che si divide per ogni piu’ piccolo distinguo.

Non impariamo nulla dalla vita e dalla storia?


Athos Gualazzi
Partito Pirata Italiano

http://www.partito-pirata.it

http://www.piratpartiet.it

http://www.anonet.it

non posso che ringraziare Athos per aver illuminato con la sua luce i nostri dubbi, le incertezze, le sofferenze e la fatica che ci sta costando questa crescita.

che non e’ del PP-IT, e’ una crescita individuale, che ci porta ad un confronto quotidiano, anche con chi sappiamo essere affine per desideri e sogni e lotte e dejavu fallimentari, che ci avevano portato anche a momenti di profondo sconforto.

grazie ancora, dai pirati italiani.
e questo, lo so, posso farlo a nome di tutti.

lilo

Copyleft

Copyleft (Photo credit: – FrOsT-)

Tag:,

About P33r

(r34tiv3 computer pirate

Trackbacks / Pingbacks

  1. movimenti pirata tutti intorno a te | Pirati | Scoop.it - 9 agosto 2012

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Prismi - Pensieri filosofici

Il sito di chi vuole pensare

Yanis Varoufakis

thoughts for the post-2008 world

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

TechCrunch

Startup and Technology News

R H I Z O M A T I C A

Mobile Communications for All

The Cryptosphere

Short and sweet cyber and crypto news for the whole family!

Barbara Collevecchio

Psicoanalisi & politica

#DigiTsipras

Progetto digitale a supporto della Lista "L'Altra Europa con Tsipras"

Stop TTIP Italia

Fermiamo il trattato di liberalizzazione UE-USA

hidden66

"Pensieri disordinati di un uomo mediamente comune..."

Partito Pirata Italiano Ferrara

Non votate per noi, Votate per voi: Non votate un leader, un gerarca, un presidente, un segretario, un onorevole, un deputato. Votate voi stessi.

Become ★your ★media

DON'T HATE THE MEDIA. BECOME YOUR MEDIA

WordPress.com VIP

Enterprise WordPress Hosting, Support, and Services

TIME

Current & Breaking News | National & World Updates

slowforward

entropia gratis

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: